• Slideshow News ed Eventi

Legge di Bilancio 2018 e gli incentivi Industria 4.0

Legge di Bilancio 2018 e gli incentivi Industria 4.0

La Legge di Bilancio 2018 prevede ulteriori incentivi a supporto degli investimenti in digitalizzazione 4.0 delle imprese. Tra le misure è prevista la proroga di super e iper ammortamento e Nuova Sabatini con alcune modifiche rispetto al 2017.

Il superammortamento è al 130% (e non più al 140%), e non si può più applicare ai veicoli e agli altri mezzi di trasporto (anche se utilizzati esclusivamente per l’attività di impresa). Gli investimenti devono essere effettuati nel 2018, oppure entro il 30 giugno 2019 a condizione che entro il 31 dicembre 2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti almeno pari al 20%.

L’iperammortamento per investimenti 4.0 prevede una maggiorazione del 150% ed è prorogato al 2018 prevedendo un allungamento al 31 dicembre 2019 se l’ordine è effettuato entro il 31 dicembre 2018 con pagamento di un acconto pari almeno al 20%. E’ confermata anche l’agevolazione sul software al 140% e riguarda esclusivamente i beni immateriali acquistati da imprese che utilizzano l’iperammortamento. La lista dei software ammessi all’agevolazione è stata ampliata, inserendo anche:

  • sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce;
  • software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata;
  • software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field).

La Sabatini viene rifinanziata con una dotazione di 330 milioni di euro per il periodo 2018-2023: 3 milioni di euro per il 2018, 66 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019-2022 e 33 milioni di euro per il 2023. Sale al 30% la quota di risorse riservata agli investimenti in macchinari 4.0 (al 20% nel 2017). Invariate le caratteristiche della misura rispetto al 2017.

Il piano Impresa 4.0 è stato poi allargato anche alla formazione digitale. Le due misure fondamentali sono il credito d’imposta al 40% per le imprese che investono nella formazione digitale dei dipendenti e il potenziamento degli ITS, gli istituti tecnici superiori.

Torna alle

News

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante "informativa estesa".
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie. Informativa estesa