14 Luglio 2022

Pick & Pack - La rubrica della logistica - Analisi ABC

Nel nuovo numero di "Pick & Pack - la rubrica della logistica" si parla dell'Analisi ABC, una tecnica di gestione delle scorte che permette di classificare e organizzare gli articoli in base alla loro rotazione. Si tratta di un'analisi statistica fondamentale sia per pianificare una corretta strategia di allocazione delle risorse in magazzino, sia per aumentare l’efficienza operativa;

L’analisi ABC si basa sul principio di Pareto ed è detta anche legge 80/20 in quanto un 80% dei risultati dipende da un 20% di cause. Se applichiamo questo ragionamento al magazzino, possiamo dire che il 20% degli articoli genera l’80% dei movimenti, mentre il restante 80% dei prodotti è responsabile del solo 20% della movimentazione delle merci. L’analisi permette quindi di individuare quali sono gli articoli su cui è necessario focalizzarsi per ottimizzare i costi e le fasi operative (specie quella del picking) del magazzino.

L’analisi prevede la divisione degli articoli in tre classi:

1) Articoli di classe A, alta rotazione

2) Articoli di classe B, media rotazione

3) Articoli di classe C, bassa rotazione

Articoli di classe A:

rappresentano il 20% dell’inventario in termini di quantità, la loro rotazione è alta e sono importantissimi a livello strategico, dal momento che generano l’80% del fatturato (o l’80% delle movimentazioni). I prodotti di classe A vanno costantemente controllati al fine di evitare un’eventuale rottura di stock e vanno collocati nelle zone più facilmente accessibili da parte degli operatori.

Articoli di classe B:

hanno una rotazione più bassa rispetto alla classe A, essi rappresentano il 30% dell’inventario. Sebbene il turnover sia leggermente più lento, sono articoli che vanno seguiti da vicino, poiché possono variare di classe più facilmente, entrando tra i prodotti ad alta rotazione di classe A o terminando nella classe C. Nel magazzino questi prodotti si dovrebbero collocare nelle zone intermedie, scegliendo delle ubicazioni leggermente meno accessibili rispetto a quelle dei prodotti ad alta rotazione ma non troppo scomode.

Articoli di classe C:

i prodotti di classe C sono i più numerosi e superano il 50% delle referenze presenti nel magazzino. Tuttavia, sono i meno richiesti e movimentati. Non essendo articoli strategici, la quantità di risorse da investire nel controllo di tali referenze può essere più contenuta e le fasi di approvvigionamento si possono regolare sulla scorta di sicurezza, regolata a sua volta dal punto di riordino. È essenziale vigilare lo stock di classe C affinché non si converta in inventario obsoleto (generando costi inutili all’azienda). All’interno del magazzino, queste merci dovrebbero occupare le zone più alte e meno accessibili, distanti delle baie di carico o dalle linee nel caso ad esempio di semilavorati.

Naturalmente è fondamentale tenere aggiornata l’analisi, in modo da mantenere ottimizzata l’organizzazione del magazzino. Alcuni software di gestione del magazzino, i WMS (Warehouse Management System), prevedono, se correttamente configurati, la gestione dello stoccaggio secondo la logica ABC.

L'analisi ABC è una delle tecniche di miglioramento utilizzate all'interno del servizio Cruscotto Logistico offerto da Speedhub, un servizio di consulenza per permettere di aumentare i livelli di efficienza, produttività, visibilità, tracciabilità e sicurezza del magazzino.

Scopri di più.

 

Fondazione Speedhub

Piazza Cittadella 12 - 37122 Verona - Italia
C.F. 93274940233

Mail:
Telefono: +39 045 8099426

Seguici sui social

facebook    linkedin   twitter

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter